Ricerche di Vita

Per la tua crescita personale e spirituale

Intensivo di Consapevolezza del Sé

Uno straordinario percorso per conoscere se stessi
Intensivo di Illuminazione

Mi chiedono spesso cosa sia la meditazione: per me è uno stare in silenzio, permettendo ad ogni movimento interiore di essere così come è, e così facendo ciò che avviene è un incontro profondo con se stessi, un conoscersi ed un accogliersi che va molto al di là della mente e dei significati.
In questo incontro avviene qualcosa di miracoloso, perché si dissolve ciò che abbiamo sempre creduto di noi, degli altri e della vita, e riconosciamo la nostra vera essenza, ciò che siamo veramente.

E’ un momento in cui ci sentiamo pienamente vivi e guardiamo il mondo con occhi nuovi e con una consapevolezza che è la Vita stessa.

Una nuova vita può cominciare e noi con essa.
(Giacomo Bo)

L’Intensivo di Consapevolezza del Sé è un ritiro avanzato di meditazione, un profondo percorso di conoscenza di se stessi.

Meditare è un fermarsi, e cominciare ad ascoltarsi, ad osservarsi. E' un portare l'attenzione dall'esterno all'interno, a quel 'sé' che è il soggetto di ogni esperienza e che solitamente ci sfugge perchè siamo presi da ciò che accade fuori di noi.
Questa osservazione porta alla luce i processi che continuamente ci attraversano; emozioni, stati d’animo, pensieri, sensazioni corporee… e da inizio ad un processo di disidentificazione, dove si diviene via via sempre più consapevoli di non essere questi processi, bensì il soggetto che li percepisce.

Questa osservazione consapevole da inizio ad un meraviglioso processo di integrazione e di guarigione dalla separazione e dalla divisione dentro noi stessi. Divenire difatti consapevoli di non essere i pensieri e gli stati d'animo, ma colui che ne è consapevole, permette di accoglierli in uno spazio più ampio e da lì inizia la loro integrazione e la loro guarigione.

L’Intensivo di Consapevolezza del Sé è dunque un meraviglioso percorso di conoscenza e di trasformazione di se stessi che conduce all'esperienza dell'Unità, della non-sperazione.

Hai mai fatto l’esperienza di fermarti del tutto,
di essere così totalmente nel tuo corpo,
di essere così totalmente nella tua vita
che quel che già sapevi e quello che non sai,
e quel ch’è stato e quel che ancora dev’essere,
e le cose come stanno proprio ora
non ti danno neanche un filo d’ansia o disaccordo?

Sarebbe un momento di presenza totale,
al di là della lotta, al di là della mera accettazione,
al di là della voglia di scappare o sistemar le cose
o tuffarcisi dentro a testa bassa.

Un momento di puro essere,
fuori dal tempo, un momento di pura vista,
pura percezione, un momento nel quale la vita si limita ad essere,
e quell'”essere” ti prende, ti afferra con tutti i sensi,
tutti i ricordi, fin dentro i geni, in ciò che più ami, e ti dice:

“Benvenuto a casa”..

(Jon Kabat-Zinn)

La tecnica di meditazione e il programma del ritiro

Il fulcro centrale del ritiro è dunque la meditazione che viene praticata in ogni momento della giornata. Meditare significa semplicemente stare in se stessi, in ciò che è presente e consapevole tutto il tempo. 

Tutto il programma del ritiro è dunque orientato a creare la situazione migliore per meditare. Il programma prevede una parte di meditazione ‘pura’ dove si rimane fermi ad occhi chiusi a contemplare quel senso di ‘se’ che è il centro di ogni sensazione e percezione, e che è l’origine della separazione.
Poi c’è una parte più ‘attiva’ di esplorazione di se stessi, attraverso il corpo, il movimento, il respiro, i sensi e le percezioni, dove si impara a osservare il proprio mondo interiore fatto di pensieri, emozioni e stati d'animo, senza identificarci con esso e senza permettere che ci porti lontano da noi stessi.

In questo modo, tutto il ritiro diventa uno stile di vita meditativo, un'esperienza unica nel suo genere e che potrà poi essere portata a casa con grandi benefici.


E' importante comprendere che questo è un ritiro avanzato di meditazione, non un'esperienza introduttiva, e quindi è adatto e rivolto a chi sente forte il desiderio di conoscere se stesso ed è disposto a mettersi veramente in gioco, perché la meditazione non è un'attività rilassante o che porta benessere, bensì un intenso processo di purificazione e di trasformazione interiore. Buona parte del ritiro avviene in silenzio, non si hanno contatti con l’esterno (i cellulari devono rimanere spenti per tutto il tempo), il cibo è misurato e vegetariano/biologico, e viene preparato insieme da tutti, ci si sveglia presto la mattina e ogni momento della giornata è impegnato nel programma e nella meditazione.
Inoltre, la meditazione non è una terapia medica né psicologica, quindi non è adatta a chi soffre di gravi disturbi e disfunzioni fisiche o mentali. Ognuno si assume la piena responsabilità di ciò che si farà in questi giorni, così come dei processi di crescita e di trasformazione che verranno risvegliati con la meditazione.
Intensivo di Illuminazione
Intensivo di Illuminazione

Per partecipare

L'Intensivo di Consapevolezza del Sé è un ritiro avanzato di meditazione per cui, pur essendo aperto anche ai neofiti, richiede impegno e dedizione, ed è quindi rivolto soprattutto a chi è seriamente motivato a conoscere se stesso.

Non si tratta di un corso di benessere, né di una vacanza 'spirituale', bensì di un vero e proprio ritiro di meditazione dove ci si alza presto la mattina e si va a dormire la sera passando tutta la giornata seguendo le diverse attività previste e rimanendo sempre immersi nella meditazione e nel contatto con se stessi. Non ci sono momenti di pausa, né distrazioni. Vige la regola del silenzio per la maggior parte del tempo, per consentire una migliore introspezione, e il tutto è preparato in modo da creare un ambiente di sostegno per tutto il gruppo.
Queste sono le condizioni necessarie per garantire una situazione che favorisca la meditazione e il lavoro su se stessi.

Il requisito fondamentale per partecipare ad un ritiro di questo genere è un sincero ed autentico desiderio di conoscere se stessi, di sperimentare questa verità della propria reale natura che nulla ha a che fare con ciò che pensiamo o riteniamo di essere, ed essere disposti realmente a mettersi in gioco, perchè la verità è uno specchio implacabile che mostra ciò che siamo e ciò che non siamo, al di là delle nostre preferenze, paure, desideri e aspettative.

Scoprire la propria vera natura, quel Sè illimitato che è ciò che siamo realmente, è un'esperienza molto forte e trasformativa, e bisogna avere una certa maturità per poterla accogliere pienamente.
Richiesta informazioni e iscrizione
Al momento non sono in programma Intensivi di Consapevolezza del Sè.
Potete comuque iscrivervi alla newsletter in modo che potremo tenervi aggiornati sui prossimi programmi.
Nome*
Cognome*
Telefono
Email*
Messaggio*
Se desideri iscriverti anche alla nostra newsletter indicaci le tue preferenze:
Costellazioni Familiari e Spirituali - Il Denaro
Costellazioni Spirituali - Il Denaro

14-15 Dicembre - Torino

Dietro al denaro si celano dinamiche psicologiche molto profonde, legate alla dipendenza, al fallimento, alle relazioni con i genitori, ai sensi di colpa, alla vita e alla morte, come nei casi di eredità.
Continua »

Newsletter

Per ricevere periodicamente aggiornamenti, notizie ed offerte, iscriviti alla nostra newsletter!
(e riceverai in omaggio due nostri ebook sulla meditazione e le Costellazioni Familiari)

ISCRIVITI
Mosajco