Ricerche di Vita

Per la tua crescita personale e spirituale

Ritiro Intensivo di Consapevolezza del Sé di 21 giorni

28 Luglio - 17 Agosto 2019 - Cerrecchia (Siena)

Il Ritiro Intensivo di Consapevolezza del Sé è l'esperienza più profonda e matura che conosco e che sperimento da ormai 16 anni.

Raccoglie in sé insegnamenti, tradizioni e pratiche che affondano le loro radici nelle culture e vie spirituali antiche, come lo Yoga, il Taosimo, lo Zen ma anche il misticismo europeo e nella spiritualità contemporanea.

La sua natura è essenzialmente pratica: questo è un ritiro di meditazione - non è una teoria, ma una pratica intensa e coinvolgente.
Il suo scopo è portarci a noi stessi, alla verità di ciò che siamo, e questa verità abbraccia tutta l'espressione umana; corpo, sentimenti, pensieri e spirito.

E' un affascinante viaggio dentro se stessi, alla scoperta della meraviglia che siamo, di quell'Uno che contiene tutto, quell'Essenza senza forma che è la nostra vera natura.
E' un percorso di guarigione dalle nostre ferite profonde, e di integrazione di tutte le nostre parti scisse e separate. 
Ciò che definiamo 'Illuminazione' o 'Risveglio' è l'essere pienamente integrati e integri, senza più parti divise e in conflitto, nella pienezza e nella totalità del nostro essere.

Questo è un ritiro di meditazione vero e completo, rivolto a chi si sente pronto per un'esperienza profonda di scoperta di se stesso.

Vi aspetto con piacere.

Giacomo


"E' la fine di una illusione. E quello che rimane è indescrivibile... E' un mistero.
E' il mistero che ognuno ha cercato e parlato da migliaia di anni.
Ma è un mistero che può essere conosciuto."
Tony Parsons

La verità di ciò che siamo

Ciò che siamo realmente non è ciò che crediamo di essere.

Siamo nati e cresciuti sotto un pesante condizionamento che ci ha fatto credere di essere una persona con determinate caratteristiche, un sé separato e individuale che si occupa di se stesso e che non vede molto al di là del proprio naso.
Questa 'persona' separata è prima di tutto una maschera, una difesa, una corazza che ci permette di non sentire più il dolore e la sofferenza della vita. Ci siamo protetti separandoci da quelle parti di noi che non potevamo sostenere, e così facendo ci siamo frammentati, divisi dentro, scissi in tante parti, alcune alla luce e altre in ombra e in conflitto tra loro.
La sofferenza che proviamo nella vita di tutti i giorni viene da questa scissione. Non siamo più noi stessi, non sentiamo più i nostri reali bisogni, rispondiamo in modo automatico agli stimoli dell'esterno, teniamo chiuso il cuore e ciò che chiamiamo 'amore' altro non è che l'ennesima fuga da noi stessi.

Arriva un momento in cui ci troviamo di fronte a tutto questo e non possiamo più tirarci indietro. E' il momento di assumerci la responsabilità di rispondere ad una chiamata, un invito che giunge dal profondo, da ciò che veramente siamo e che non ha mai smesso di chiamarci.
Ciò che siamo chiama a tornare a noi stessi, ci invita ad essere veri e autentici fino in fondo. Se vogliamo davvero smettere di soffrire e trovare il nostro posto nella vita, dobbiamo intraprendere un viaggio dentro noi stessi per sciogliere tutte queste false immagini che non siamo e per ritrovare quel sé autentico, integro e completo che è la nostra vera natura.

"Tu sei prima del pensiero, per questo devi ritornare alla sorgente.
Quando ponderi su questi pensieri, puoi chiamarla meditazione,
ma nella meditazione vera dovresti meditare sul meditante,

contemplare il contemplatore.
Se lo farai, arriverai a conoscere chi realmente sei."
Sri Nisargadatta Maharaj

Il Ritiro Intensivo di Consapevolezza del Sé

La parola 'ritiro' in effetti richiama un ritirarsi dal mondo per stare con se stessi.

Questo è in sintesi quello che avviene realmente. Ci ritiriamo dalla nostra vita quotidiana e viviamo un'esperienza unica nel suo genere, dove lo stare con se stessi è il centro, il fulcro. Questa è l'essenza della meditazione.

Questa meditazione, questo stare con se stessi, è intenso. Siamo abituati a scappare, a stare lontani da noi stessi, a distrarci con ogni cosa. Qui invece stiamo davvero in intimità con le nostre percezioni e sensazioni, con i disagi così come con i momenti belli e profondi. Ci prendiamo il tempo per tutto; per l'ascolto, l'apertura, la sofferenza, la resa, la resistenza e tutti gli altri processi interiori che sono la nostra vita interiore. Facciamo ciò che abbiamo sempre desiderato nel nostro cuore: ci diamo il tempo per stare con noi stessi.

In questo stare diveniamo sempre più consapevoli del nostro mondo interiore. C'è una profonda scissione e divisione dentro di noi, e in questo stare ne prendiamo consapevolezza, cominciamo a raccogliere i pezzi divisi, e a ricomporre questo puzzle che chiamiamo 'me'.

La consapevolezza è lo strumento di crescita e di maturazione più potente, perchè ci permette di ricomporre le divisioni interiori, di guarire le ferite più profonde, di avviare processi importanti come il perdono, l'apertura, la resa, l'amore per se stessi, ed è proprio attraverso questi processi che ritroviamo l'Unità, quel Sé indiviso che è la nostra reale natura.

Tutto questo e molto di più è il Ritiro Intensivo di Consapevolezza del Sè, dove per tre settimane si vive in modo autentico e vero, stando con se stessi in ascolto interiore e in osservazione di ciò che si vive, divenendo via via sempre più consapevoli che esiste una profonda differenza tra se stessi e l'intero mondo interiore fatto di emozioni, pensieri, stati d'animo, sensazioi fisiche e così via. E cogliere questa differenza è il primo vero passo che conduce alla reale natura di se stessi.

Non è necessario che tu esca di casa.
Rimani al tuo tavolo e ascolta.
Non ascoltare neppure, aspetta soltanto.
Non aspettare neppure,
resta in perfetto silenzio e solitudine.
Il mondo ti si offrirà per essere smascherato,
non ne può fare a meno,
estasiato si contorcerà davanti a te.
(Franz Kafka)

La Meditazione e il programma giornaliero.

Il vero significato della meditazione è stare con se stessi nel momento presente.
Non è tanto una tecnica, ma un essere e rimanere presenti a se stessi mentre accade quello che accade.

Non siamo abituati a vivere così. Rispetto al momento presente siamo sempre da qualche altra parte, persi nei pensieri, nelle fantasie e nelle immagini del passato o del futuro. Siamo abituati a stare in un mondo mentale, fatto di concetti ed idee, e abbiamo perso il contatto con le sensazioni e le percezioni pure. Anche di fronte ad un momento percettivo intenso, come ad esempio una musica, un alba, un profumo, diamo subito delle definizioni, ci ripariamo dietro a dei concetti e a delle idee, ci ritiriamo da quanto sta realmente accadendo.
In sintesi, viviamo in un 'io' mentale e concettuale, senza più contatto con il nostro vero sé.

Meditare significa dunque stare presenti in ciò che sta accadendo ora. Nel soggetto e non nell'oggetto dell'esperienza.
Quando ad esempio penso: "Oggi vado a fare la spesa", da che parte sto? Sono colui che pensa quel pensiero, o quel personaggio pensato che andrà a fare la spesa? Sono colui che è consapevole della rabbia o sono arrabbiato? Colui che osserva la sofferenza o che soffre?
La meditazione è una disciplina perchè solitamente siamo identificati nell'esperienza, ma anche perchè spesso non siamo a nostro agio su questo piano di percezione, dove le cose si 'sentono' invece che concettualizzarle. E' più facile dire 'tavolo' che rimanere nella semplice percezione di esso.
Eppure, è proprio lì che siamo realmente, in quella percezione pura dove non c'è un io separato che costruisce concetti e idee, e dove la percezione stessa è unità.

In questo ritiro impareremo dunque a vivere in modo diverso, nella percezione attimo per attimo, lungo una serie di attività giornaliere che passano da momenti di meditazione formale a momenti di passeggiate nella natura, danze, esercizi percettivi, meditazioni nel bosco, respirazioni consapevoli, preparazione dei pasti, riposo, letture e condivisioni attorno al fuoco.
Il tutto viene vissuto rimanendo presenti a ciò che emerge attimo dopo attimo, osservando il movimento del proprio mondo interiore senza identificarsi con esso. Questa è l'essenza della meditazione.

 
Il programma giornaliero inizia presto all’alba, con esercizi di Taj-Chi mentre il sole sorge. Prosegue con una pratica di meditazione che esplora la consapevolezza di chi siamo, una forma molto pura di meditazione che ha come centro il rimanere nella consapevolezza del soggetto che vive l’esperienza.
Anche i pasti sono un momento di meditazione, sia  nel prepararli che nel consumarli assieme.
Nel pomeriggio ci dedichiamo all’esplorazione del corpo, della mente e delle emozioni, attraverso danze meditative, esercizi di respirazione energetica ed esercizi di percezione. Questa è la parte di integrazione, dove la meditazione diventa un'essere consapevoli del nostro mondo interiore.
Dopo cena una bellissima passeggiata meditativa nella natura fino al tramonto e infine una profonda condivisione assieme intorno al fuoco, mentre il buio ci avvolge tra le sue braccia e la luna ci illumina.

Ogni giorno è un viaggio dentro se stessi che porta in dono nuove consapevolezze e momenti interiori straordinari, un processo di trasformazione, di guarigione, di integrazione unico e irripetibile.

"Ho cercato la verità ma, strano a dirsi, finché colui che cercava era presente, la verità non è stata trovata.
E quando la verità è stata scoperta, mi sono guardato in giro... io non c’ero.
Una volta trovata la verità, colui che la cercava non c’era più;
e quando colui che la cercava era presente, la verità non era da nessuna parte."
Kabir

Informazioni utili per partecipare

Premessa: questo non è un corso introduttivo di meditazione, un corso di benessere o una 'vacanza spirituale', bensì un intenso processo di trasformazione interiore, rivolto a chi si sente pronto, chi da tempo sente il richiamo verso se stesso, chi è già su un percorso di crescita umana e spirituale.

Durante tutto il ritiro seguiamo uno stile di vita che ha come fulcro la meditazione e che richiede il rispetto di alcune regole fondamentali:

 - il silenzio per quasi tutto il tempo - sono previsti momenti di condivisione verbale di quanto si sta vivendo con la meditazione ma non c'è chiacchiera libera.
 - nessun contatto con il mondo esterno - i cellulari rimangono spenti
 - nessun consumo di sostanze che alterano il sistema nervoso: fumo, caffé e droghe varie
 - il cibo viene preparato da persone competenti ed è vegetariano/biologico - non è possibile consumare altro cibo nè portarne con sé.
 - non ci sono spazi e tempi liberi per se stessi. Si segue un programma giornaliero che inizia all'alba e termina la sera/notte.
 - siamo in autogestione. Ognuno è responsabile per se stesso e si partecipa tutti ad attività comuni come le pulizie, la preparazione dei pasti e così via. Cerchiamo uno stile di vita comunitario basato sulla collaborazione e il sostegno reciproco.
- la meditazione non è una terapia medica o psicologica, ma uno strumento di autoindagine dove ognuno si assume la responsabilità di se stesso e si esprime tenendo conto della libertà altrui. Questo ritiro non è indicato per persone con gravi disagi o disturbi fisici o mentali.


Il Ritiro inizia domenica 2 Agosto e termina sabato 22 Agosto. Si tratta di un corso residenziale ‘full immersion’ che comprende vitto e alloggio. L’arrivo per tutti in sede è previsto per sabato 1 Agosto dalle ore 18.00 alle 20.00. Informazioni più dettagliate verranno date al momento dell’iscrizione.

E possibile partecipare in diverse modalità, a seconda della propria esperienza.

- I primi 7 giorni (2-8 Agosto) per coloro che per la prima volta si avvicinano a questa pratica di meditazione – è richiesto un colloquio telefonico prima dell’iscrizione per valutare insieme la vostra idoneità per questa esperienza.

- La prima e la seconda settimana (2- 15 Agosto) solo ed esclusivamente per coloro che già praticano qualche forma di meditazione intensiva.

- Tutto il ritiro di 21 giorni per chi desidera cogliere in pieno la profondità di questa esperienza e dare il via ad un grande cambiamento interiore e di vita. Questa possibilità è disponibile solo per chi ha già fatto in passato Intensivi di Consapevolezza del Sé o ritiri analoghi. Per chi è alla prima esperienza occorre partecipare alla prima settimana, alla fine della quale si può eventualmente scegliere di proseguire anche per la seconda ed eventualmente la terza.

Sono rimasti a disposizione solo 20 posti. Consigliamo di iscriversi quanto prima.

Dove siamo - la sede del ritiro

La sede è l’antico borgo di Cerrecchia nei pressi del comune di Casole d’Elsa (Siena), che sorge sulle antiche rovine etrusche ed è circondato da 350 ettari di meravigliosi castani. 

Si percepisce un'energia particolare, perchè qui la natura è davvero padrona del luogo.

I boschi fanno sentire la loro presenza viva, i cinghiali ci guardano mentre passeggiamo assorti in meditazione e alla sera davanti al fuoco mentre condividiamo la giornata, si ha la sensazione viva di essere dentro il ventre di Madre Natura.
E' un'atmosfera davvero magica, che colpisce sin dall'arrivo e ci accompagna giorno dopo giorno.

Questo incantevole borgo sarà interamente per noi. Avremo modo di meditare in profondità avvolti dal suo silenzio e dalla sua antica bellezza.
intensivo di illuminazione
intensivo di illuminazione
intensivo di illuminazione
intensivo di illuminazione

Ti aspettiamo al prossimo Ritiro Intensivo di Consapevolezza del Sé!

   

DAL 28 LUGLIO AL 17 AGOSTO 2019 - CERRECCHIA - CASOLE D'ELSA (SIENA)

  

Richiesta informazioni o iscrizioni

Se desideri partecipare al prossimo Ritiro Intensivo di Consapevolezza del Sé o avere maggiori informazioni, compila il modulo sottostante. Ti risponderemo mandandoti senza impegno le informazioni tecniche (costi, sede, orari, programma ecc.) e se poi vorrai partecipare ci risentiremo molto volentieri.

Da alcuni cellulari e sistemi operativi il presente modulo non funziona. Scrivete allora direttamente a ricerchedivita@hotmail.com e vi risponderemo quanto prima.

Nome*
Cognome*
Telefono
Email*
Messaggio*
Se desideri iscriverti anche alla nostra newsletter indicaci le tue preferenze:

Per approfondimenti sul Ritiro Intensivo di Illuminazione:

Ritiro Intensivo di Consapevolezza del Sé - Cerrecchia 22 Luglio - 11 Agosto 2018

Per la prima volta, 3 settimane, 21 giorni di meditazione e Silenzio profondo, immersi nella splendida cornice del borgo Cerrecchia, sulle colline sopra Siena.

Un'esperienza unica e straordinaria che rimarrà sempre nei nostri cuori.

Dettagli

Ritiro Intensivo di Illuminazione Cerrecchia 2-15 Agosto 2015

Questo è stato uno dei Ritiri più belli di sempre e con grande piacere condividiamo i momenti più profondi e straordinari che abbiamo vissuto.

Dettagli

Le esperienze dei partecipanti

Qui troverete le esperienze vissute e le testimonianze delle persone che negli anni hanno vissuto l'Intensivo di Illuminazione. Grandi esperienze di consapevolezza, emozioni intense, semplici parole per tentare di descrivere ciò che non può essere definito a parole ma che colma con una gioia e una pace perfette.

Dettagli

I video dell'Intensivo

Sebbene l'Intensivo di Illuminazione sia un'esperienza tutta da vivere, abbiamo cercato di raccogliere le migliori immagini degli Intensivi passati per darvi la sensazione di cosa sia vivere questa straordinaria esperienza.

Dettagli

Prossimi Intensivi
Costellazioni Spirituali - il Bambino Interiore e le 5 ferite primarie
Costellazioni Spirituali - 5 ferite

2-6 Gennaio 2020 - Udine

Lavoro di grande approfondimento sul tema del Bambino Interiore e delle sue ferite, dove svilupperemo attraverso le costellazioni le 5 fondamentali ferite più antiche che hanno lasciato in noi un ...

Continua »

Newsletter

Per ricevere periodicamente aggiornamenti, notizie ed offerte, iscriviti alla nostra newsletter!
(e riceverai in omaggio due nostri ebook sulla meditazione e le Costellazioni Familiari)

ISCRIVITI
Mosajco